Eataly Firenze, Oscar Farinetti e Leonardo Romanelli ci mostrano il nuovo Ristorante Da Vinci e la Scuola di Cucina

EatEatEataly Firenze apre le nuove sale affrescate del primo e secondo piano. Oscar Farinetti e Leonardo Romanelli ci accolgono in anteprima nel nuovo Ristorante Da Vinci e nella Scuola di Cucina. Entusiasti della nuova avventura ci presentano le specialità della casa come la focaccia genovese, (autocelebrazione per lo chef Panero) con pomodoro e acciughe che Farinetti battezza così: “Che meraviglia questa roba qua”. Ma la cucina toscana non manca al tavolo del DaVinci che nasce a pochi metri dalla casa di Leonardo su via de’ Martelli dove ha sede Eataly. Gli ambienti risultano accoglienti e di estrema semplicità senza eccedere. Le volte affrescate non consentono di appesantire i locali sottostanti e dunque la presenza di arredi è minimale come si addice ad un Museo.. del Gusto in questo caso. Eataly è stato inaugurato il 17 dicembre assieme al sindaco Matteo Renzi diventato adesso Presidente del Consiglio “A dimostrazione – dice Farinetti – che portiamo un culo pazzesco. Avrei potuto dargli mano come Ministro, ma credo che ognuno debba fare il suo lavoro, io faccio l’imprenditore e non il politico e lo aiuto anche da fuori parlandone bene e speriamo che adesso non gli si dia la colpa di non riuscire a fare in tre mesi ciò che non è stato fatto in 30 anni”.

Oscar Farinetti presenta il Rettore (Magnifico) della Scuola di Cucina, il critico enogastronomico Leonardo Romanelli al fianco di Farinetti in questa avventura fiorentina, a riprova che nella buona gestione dei progetti conta il valore dei collaboratori. La Didattica offre già un ricco calendario di corsi da marzo a giugno e le sale sono già pronte con tutto il necessario per accogliere i primi studenti, che poi saranno anche i primi assaggiatori. E’ importante saper dosare gli ingredienti ed acquisire le migliori tecniche dei più bravi maestri, ma è con il palato che si scoprono errori e virtù dei grandi chef. Farinetti è incontenibile mentre attraversa le sale dedicate ai sommelier ed ai panificatori segue Romanelli che da appassionato già pregusta il piacere delle prove culinarie che si terranno negli ambienti dotati di ogni comfort. Tra piani di marmo, ferro battuto, poltrone italiane ed elettrodomestici tecnologicamente avanzati spicca la semplicità proverbiale di Farinetti che esclama “Stasera cuciniamo qua, facciam delle robe mai viste. Voglio una zuppa toscana, e poi ci bevo sopra e quello che succede, succede”.

La nostra cucina si basa sulla materia prima freschissima del territorio, trasformata il meno possibile e presentata nel piatto con l’eleganza della semplicità‘ Enrico Panero, chef del Ristorante DaVinci.

farinetti_eatAl primo piano di Eataly Firenze apre la cucina del ristorante gourmet DaVinci. Le sale affrescate del palazzo fanno da teatro al giovane talento dello chef Enrico Panero che interpreta la cucina toscana dando risalto alla qualità delle materie prime “Più mercato” è il motto con attenzione ai prodotti che mantengono il loro sapore originale senza troppe manipolazioni, con un reverenziale rispetto verso il territorio e la tradizione locale. Sarà aperto a pranzo e a cena, chiuso il lunedì e la domenica sera. “Ma si tratta di una partenza standard che poi potremmo anche cambiare – spiega il critico enogastronomico, Leonardo Romanelli – perché valuteremo la risposta del pubblico e cercheremo di avvicinarci all’esigenza dei turisti”. Un Menù degustazione sarà il piatto forte, ma si potrà scegliere anche alla carta variando tra le offerte quotidiane.

Enrico Panero è nato a gennaio del 1987, è un piemontese di Savigliano in provincia di Cuneo. Il 5 febbraio 2012, a soli 25 anni, è salito per la prima volta sul palco di Identità Golose. Dopo avere conseguito il diploma all’Istituto Alberghiero G. Donadio di Dronero, in provincia di Cuneo, si sposta a Borgomanero, nel Novarese, per lavorare da Pinocchio alias Piero Bertinotti e poi a Milano da Aimo e Nadia Moroni. Nel 2006, Enrico entra a far parte della squadra di Ugo Alciati al Guido di Pollenzo e fa un’esperienza all’estero, a Lanzarote, nel ristorante Isla de Lobos sotto la guida di Denis Cappellino. Nel 2007 Enrico Panero imbocca il sentiero che sta percorrendo tuttora: Oscar Farinetti apre Eataly a Torino ed Enrico entra nella brigata di GuidoperEataly Casa Vicina. In rapida successione seguono le esperienze a Eataly Tokyo e Eataly New York, una sosta nella cucina di Mark Ladner a Manhattan nel ristorante Del Posto, e in quella di Victor Arguinzoniz all’Asador Etxebarri, vicino Bilbao.

Prenotazioni:
Telefono: 055 0153603
email: Ristorantedavinci@eataly.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...