William Frullani e Francesco Costa, un pezzo di atletica toscana ai Giochi invernali

Appuntamento il 22 e 23 febbraio per la gara del bob a quattro suddivisa in quattro manches nell´arco dei due giorni di gara. Sono entrambi provenienti dall´atletica i due unici atleti toscani che saranno presenti alle Olimpiadi invernali di Sochi: William Frullani e Francesco Costa. Saranno i frenatori del bob a quattro azzurro, rispettivamente in quarta e terza posizione nell´equipaggio azzurro seguito dal tecnico Antonio Tartaglia che sarà composto inoltre dall´ esperto pilota bellunese Simone Bertazzo e dall´altro frenatore in seconda posizione, il veneto Simone Fontana. Le gare sono in programma sabato 22 febbraio (ore 17 italiane, 1° e 2° manche), e domenica 23 febbraio (ore 10.30 italiane, 3° e 4° manche). 

La presentazione dei due bobbisti si è tenuta stamani a Firenze nella sede del Coni, alla presenza del Consigllere Nazionale e Delegato Provinciale Eugenio Giani, con il presidente regionale Salvatore Sanzo bloccato nella sua Pisa, dove ricopre anche il ruolo di assessore, per le vicende legate alla piena dell´Arno.
Frullani e Costa proveranno a tenere alto l´onore della Toscana, che per tradizione rappresenta una delle regioni leader nel medagliere olimpico italiano, e che nelle edizioni invernali dei Giochi vanta due podii conquistati dall´indimenticato campione dell´Abetone Zeno Colò (1952, Oslo, discesa libera) e da un altro bobbista, il versiliese di Forte dei Marmi Stefano Ticci (bronzo a Lillehammer 1994, insieme al connazionale Gunther Huber). “Puntiamo ad entrare tra i primi dieci – hannp risposto a precisa domanda i due – perchè ci siamo preparati molto bene e continueremo a lavorare in queste settimane che ci separano dai Giochi”.

Il dato curioso che accomuna William Frullani e Francesco Costa (entrambi alla loro prima esperienza in un´Olimpiade) è il loro passato come esponenti dell´atletica leggera italiana prima della ´conversione´ al bob (4 titoli di campione italiano di decathlon per Frullani con il G.S. Carabinieri, 1 titolo italiano under 23 nei 200 metri per Costa tesserato per il G.S. Fiamme Oro). Un percorso, comunque, non inedito, e che ha coinvolto altre coppie celebri dell´atletica, quella statunitense composta da Lolo Jones e Lauryn Williams, e quella australiana formata da Astrid Radjenovic e Jana Pittman, tutte presenti a Sochi nel “bob a 2” femminile.

Il fatto che due atleti, uno di Prato, l´altro dell´Isola d´Elba, gareggeranno a Sochi nel bob, disciplina per la quale in Toscana non è presente neppure un impianto di avviamento, rende straordinaria la storia di Frullani e Costa – ha detto Eugenio Giani – Questa è una storia che ci esalta, che ci riempie d´orgoglio, perché è anche la storia di due ragazzi che hanno saputo rinnovarsi nello sport e che adesso porteranno il nome della nostra regione in un´Olimpiade invernale”.

“Atletica e bob sono due discipline molto diverse – hanno commentano William Frullani e Francesco Costa – La prima è individuale, la seconda di squadra, quindi più coinvolgente, e capace di regalare dosi massicce di adrenalina in quei 50-60 secondi di gara, dove si viaggia a una velocità tra i 125 e i 150 km/h. Nel bob la corsa è fondamentale, ma qui si tratta di correre senza usare le braccia, un altro stile, un altro allenamento. Diciamo che non è stato facile l´approccio iniziale, e poi ricordiamoci che si corre sul ghiaccio. E che oltre alla velocità è anche molto importante il gesto tecnico. Ecco perché ad esempio i piloti iniziano a guidare il bob sin da giovani. Cosa ci aspettiamo da Sochi? Di fare bene. Stati Uniti, Germania, Svizzera e Russia si contenderanno il podio, noi vorremmo confermare i progressi raggiunti con l´ottavo posto conquistato in classifica europea. Puntiamo quindi a un piazzamento tra i top-ten”.

“All´inizio è stata dura – hanno spiegato entrambi – perchè abituati a gareggiare al caldo delle piste di atletica passare al freddo delle gare di bob ha creato molti problemi. Poi ci si fa l´abitudine e ora non si sente più il problema. Ci alleniamo spessissimo all´estero perchè in Italia esiste un solo impianto, quello di Cesana, che però non sempre è attivo, in questo momento ad esempio è fermo”.Erano presenti stamattina al Coni regionale anche RIccardo Calcini e il padre Rinaldo, che hanno seguito come tecnici, anche in questa avventura del bob, William Frullani. Sulla pista dell´impianto Bruno Betti, nel Quartiere 4 a Firenze, tra l´altro, hanno messo a punto un particolare macchinario che simula la spinta su due binari per consentire a Frullani di effettuare prove più simili possibili al gesto tecnico di gara.
Frullani ha avuto i primi approcci con la disciplina nell´agosto del 2012, poi le prime gare di Coppa Europa e la “promozione” in Coppa del mondo. Per Costa c´era stato un avvicinamento nel 2008, poi dal 2010 la carriera nella disciplina invernale ha preso la sua piega definitiva. A Sochi potrebbe essere anche il frenatore del bob a due, sempre pilotato da Bertazzo: la scelta dipenderà dall´esito degli ultimi test.

 Carlo Carotenuto 
Stasera all´interno del Tg Sport di Toscana Tv (canale 18) alle ore 19.30 circa e all´interno di Sportissimo sul canale 194 Toscana Tv News e Sport dalle ore 21 l´intervista ai due atleti e le immagini della presentazione.

William Frullani è nato a Prato il 21 settembre 1979, vive a Campi Bisenzio (Firenze). E´ alto 1.91 m e pesa 102 kg. Studente di Giurisprudenza, ha iniziato con il salto in alto, passando poi alla prove multiple. Tesserato per il CS Carabinieri, è primatista italiano di eptathlon indoor (Torino, 2009, con 5972 punti). Nella sua carriera vanta altri 4 titoli di campione nazionale di decathlon (2001, 2006, 2010 e 2012), un bronzo agli Europei under 23 (2001) e il successo in Coppa Europa (2004). Il suo primato è di 7.984 punti ottenuto al Meeting di Götzis nel 2002. A partire dal 2012 si è dedicato al bob, entrando a far parte del team italiano allenato dal direttore tecnico azzurro Antonio Tartaglia. Farà parte della squadra di bob a 4 impegnata ai prossimi Giochi Olimpici invernali di Sochi (7-23 febbraio). Con lui in squadra anche Simone Bertazzo, Francesco Costa e Simone Fontana. Per Frullani si tratta della prima esperienza in un´Olimpiade, dopo che era stato ad un passo della convocazione per Atene 2004 nella specialità del decathlon.

Francesco Costa è nato a Portoferraio (Isola d´Elba) il 28 maggio 1985, dove vive con la famiglia. E´ alto 1.85 m e pesa 92 kg. Diplomato in Ragioneria, ha iniziato a praticare atletica nel 2002 a Piombino, sotto la guida di Fabio Quilici. Entra a far parte del G.S. Fiamme Oro nel novembre 2005. Specializzato nei 200m, vanta di 1 titolo italiano U23 sui 200m nel 2006. Nel 2004 arriva secondo ai campionati italiani junior indoor e outdoor sui 200m (dietro ad Andrew Howe). Nel 2007 arriva terzo ai campionati italiani u23 sui 200m. Convocato in nazionale junior nel 2004. Passa al bob nell´inverno del 2010. Migliori risultati con il bob: 4° posto nel” bob a 2″ in Coppa del Mondo a La Plagne (Francia); 5° posto nel “bob a 4” in Coppa del Mondo a Vancouver (Canada); 6° posto agli Europei di Igls (Innsbruk, Austria) nel “bob a 2”. Farà parte della squadra di bob a 4 impegnata ai prossimi Giochi Olimpici invernali di Sochi (7-23 febbraio).Con lui in squadra anche Simone Bertazzo, Simone Fontana e William Frullani. Anche per Costa si tratta della prima esperienza in un´Olimpiade.

Marco Massetani 
Annunci

Un pensiero su “William Frullani e Francesco Costa, un pezzo di atletica toscana ai Giochi invernali

  1. Pingback: Bob, convocazioni Sochi 2014 – Video Conferenza stampa | Prosport Atletica Firenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...