Florence Biennale, Arte Contemporanea con tutti i colori del mondo alla Fortezza da Basso

Biennale_Firenze5 L’arte da tutto il mondo si incontra a Firenze in occasione della IX edizione di Florence Biennale, rassegna internazionale dedicata all’arte contemporanea (in programma fino all’8 dicembre alla Fortezza da Basso). Mille colori e stili diversi, come i materiali usati dai 450 artisti che formano il “battaglione” di questa edizione. Un incontro e scontro di tonalità ed espressività portato avanti a suon di tavolozza e creatività. Dipinti, sculture e performance stanno dando vita a una collettiva di arte che offre una visione autentica, affacciati ad una finestra, di quella che è l’arte oggi nel mondo. Tanti gli emergenti e gli under 30 presenti. Non mancano i grandi artisti. Fra questi, sabato 7 dicembre, a Firenze per ricevere il premio “Lorenzo Il Magnifico” alla carriera Anish Kapoor e Franco Mussida. Il prestigioso premio va anche a Henryk Jurkowski non presente alla cerimonia a Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento, dalle 9.30 alle 13.30 (ingresso libero).

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Biennale esce dalla Fortezza – sua sede storica – e contagia anche la città con una serie di mostre collaterali.

A LINEA Spazio Arte Contemporanea, base stabile della Biennale (via delle Porte Nuove, 10), c’è la collettiva “Bestiario fantastico”. Dalle montagne di casette per uccelli alle ninfee elettriche, dagli uomini con la testa di elefante, alle teste di donna in versione trofeo di caccia: una galleria di personaggi prestati all’arte dal mondo dei sogni, una serie di opere in cui il ribaltamento della realtà induce a riflettere su cosa rappresenti per noi la condizione umana (senza prenderci troppo sul serio).

Alle Oblate, in Sala delle Capriate, si trova invece “Illustrating Florence”, spettacolare allestimento in tema Firenze, realizzato da sette fotografi e curato da Maurizio Gabbana. Quella proposta dall’obiettivo fotografico è una Firenze come non è stata mai vista. Sette fotografi, sette scatti ciascuno, raccolti in un unico allestimento. Nella città degli Alinari, faro nella storia nazionale della fotografia, “Illustrating Florence” introduce una prospettiva nuova sulla città. Anzi, sette prospettive differenti, tanti sono gli autori dietro l’obiettivo. I 49 scatti raccolti da Maurizio Gabbana dialogano tra loro e con il contesto già di per sé scenografico della Sala delle Capriate che per questa occasione è “vestita” di nero, quasi a riprodurre una camera oscura da cui le immagini emergono nitide una dopo l’altra. Lungo il percorso il visitatore viene “costretto” a guardare ciò che quotidianamente vede, ma non osserva e viene accompagnato per mano in un tour insolito e mai scontato di Firenze (Biblioteca delle Oblate – via dell’Oriuolo, 26 – fino al 7 dicembre. Orario 10-19).

Infine all’ex Tribunale di Piazza San Firenze (Sala della Musica) è ospitato il “Casino dell’Arte”, allestimento inusuale che ricorda la collezione di un Grand Tourist. Fra i 40 artisti italiani e stranieri che partecipano alla collettiva ricordiamo: Athos Collura, Luce Delohove, Andrea Granchi, Edo Janich, Aldo Spoldi.

Giulia Coli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...